giovedì 7 maggio 2009

Domani

A un mese dal terremoto in Abruzzo le scosse ancora continuano a L'Aquila e dintorni. Non entro nel merito di cosa abbiano fatto o meno le Istituzioni in questi trenta giorni, ma la partecipazione popolare è stata confortante per solidarietà espressa e ciò fa ben sperare per il futuro non solo della regione colpita ma dell'intera società italiana, perchè vuol dire che qualcosa di positivo in questo Paese ancora rimane.
Fra i tanti che si sono mossi ci sono Lorenzo Jovanotti assieme a Giuliano dei Negramaro e all'intramontabile Mauro Pagani, autori del progetto Artisti per l'Abruzzo che ha unito 56 cantanti nostrani per un progetto di beneficenza in favore della regione colpita dal terremoto del 6 aprile scorso.
Fa effetto vedere e sentire tante voci diverse in un unico brano, ma la canzone è bella ed emoziona e per una volta sono contento che mi piaccia pure il vocalizzo di Al Bano.

Al termine del video sottoriportato, oltre ai nomi dei partecipanti il progetto ci sono le coordinate per chi vuole donare ancora qualcosa.
.
Altri link:

8 commenti:

upupa ha detto...

.ogni tanto vedere esempi di solidarietà vera fa solo piacere...bravi a tutti questi artisti!

Pape Satan Aleppe ha detto...

Iniziativa lodevole.

Andrew ha detto...

ottima iniziativa
buon week end

Rouge ha detto...

Sei il Pape Satan che leggevo l'anno scorso?

il Russo ha detto...

E' merce rara dalle nostre parti vedere una simile sinergia, gli italiani hanno già risposto "italianamente" scaricando in massa il pezzo da e-mule, che tristezza...

progvolution ha detto...

vorrei andare controcorrente... a me sembra una pacchianata che permette agli "artisti", invece di scucire dal proprio portafoglio, di fare la una furbata benefica e pubblicitaria
Sussurri obliqui

Rouge ha detto...

@ Prog: forse hai ragione. Resta che è una bella canzone. Almeno, a me è piaciuta :)

Gap ha detto...

Passavo per un saluto, da tanto non ti vengo a trovare ma ne approfitto per condividere con te l'iniziativa e non essere d'accordo con prog. Perchè dobbiamo vedere sempre il lato negativo delle cose senza avere certezza che sia quello giusto? Non possiamo prendere le cose anche con un po' di ottimismo?
Ciao.