giovedì 21 agosto 2008

Cold War 2 - Il ritorno

I nostalgici dei bei tempi passati in cui le cose erano comunque più chiare sono accontentati.
Gli Stati Uniti e la Polonia firmano l' accordo per l'installazione di 10 missili Patriot (missile terra-aria per impiego contraereo) sul territorio polacco ad appena 160 km dal confine russo.
Immediata come da copione la reazione russa che minaccia ritorsioni verso Polonia, Stati Uniti, Europa intera e tutti i paesi dalle sue parti che finiscono in "stan".
Insomma diciamocelo chiaro: da quando quel guastafeste di Gorbaciov contribuì a disintegrare la galassia Sovietica, le spie d'oltreoceano rischiavano la disoccupazione e hanno dovuto faticare parecchio per trovare un nuovo nemico da cui difendersi (attaccando preventivamente, ovvio, che se aspettano che qualcuno ci provi si fà notte!).
Ci hanno provato in questi anni con la minaccia terroristica, ma non è andata granchè bene. Certo, qualche soddisfazione se la sono pure tolta, la fuga in motoretta del mullah Omar ai tempi dei bombardamenti in Afganistan dopo l'11/9 rimane una genialata tuttora insuperata, ma Osama e tutti i talebani non sono certo paragonabili a Breznev e al Kgb! Gente che dopo un solo colpo sparisce chissà dove a rintanarsi con le capre, che poi bisogna pure cercarli sotto il sole cocente e il primo bar a 1000 km.
Bisogna capirle 'ste povere spie, fanno una vitaccia: tocca imparare lingue troppo complicate se non moribonde (il pashtu? che roba è?), e prova tu se sei bianco e protestante a infiltrarti in un movimento terroristico sciita. E poi vuoi mettere ambientare una spy-story a Berlino o Praga con una a Peshawar o a Karbalà? Altri climi, altre atmosfere: Hollywood non è attrezzata!
Meglio tornare alle vecchie cose sicure, 'sti russi alla fine è gente affidabile, gente che le guerrre, pure se fredde, le prendono sul serio!
E allora si torna in Europa e in culo a Kandahar!

5 commenti:

SCHIAVI O LIBERI? ha detto...

L'imperialismo americano è messo a dura prova: crisi economica molto forte e il nemico di sempre che riprende forza.Avere una Russia forte può essere ( me lo auguro) un ottimo deterrente allo stapotere americano.

Wil ha detto...

Eilà, sono passato per lasciarti il link dell'operazione

"IO NON LODO! Contro la Violenza e l'Abbandono della Costituzione Italiana" ...

Del Post e del Logo puoi farne ciò che vuoi:

1 - Nulla.
2 - Copiarlo, incollarlo, stampare, distribuire, discutere, integrare, sintetizzare, correggere, ampliare, cambiare, inviare.

Basta che se ne parli. Tanta è l'ignoranza riguardo l'argomento, tanto è il tempo che ci metteremo a cambiare le cose.

http://nonleggerlo.blogspot.com/2008/08/io-non-lodo_18.html

Grazie, e a presto!
Wil

Rouge ha detto...

@schiavi o liberi?
Proprio sicuro che siano antagonisti? A piantare alberelli al G8 c'erano tutti e due.....

@wil: grazie per la segnalazione.
Un saluto.

SCHIAVI O LIBERI? ha detto...

Si ma adesso rispetto allora la cosa secondo me si è inclinata...
Vedremo....non dimentichiamoci che siamo in mano a dei pazzi.

Rouge ha detto...

@schiavi o liberi?
Effettivamente pare che la Russia non ci stia ai giochetti d'occidente e che non gli interessi stare nel mucchio con Unione Europea e Stati Uniti. Forse pensa di essere abbastanza forte da fare da sola, di nuovo.
Non lo so. E' un gran casino.
Hai detto bene: vedremo.
Un saluto.