venerdì 25 febbraio 2011

Question time

Le domande sono sempre tante, e le risposte sono nascoste nelle pieghe dell'animo umano (che è una bella frase, non vuol dire una mazza ma rimane pur sempre una bella frase!). Perchè il postino che ti si presenta a casa suona sempre e solo mezza volta (non una intera, mezza volta, dr...., un appoggio veloce del dito sul pulsante come se scottasse e poi più nulla) dopodiché ti lascia l'avviso in buca e scappa via alla velocità del suono: ma non suonava sempre due volte? O il doppio squillo è solo un mito letterario (o cinematografico, o tutti e due, scegliete voi)? E poi, perchè gli omini della raccolta vetro passano sempre a svuotare le campane alle sette del mattino? Per augurare un buongiorno scrosciante a tutti quanti o per vendetta contro chi ancora sta dormendo? E ancora, perchè ho la sensazione, quando sono in giro per colloqui, che chi mi esamina sia un perfetto idiota che il più delle volte non conosce i lavori che ti deve assegnare? Troppo arrogante e presuntuoso io, oppure davvero il livello medio di chi sta al mondo a consumare aria e beni più o meno durevoli si è mostruosamente abbassato? Domande senza risposta.
Come dite? Sono domande stupide? Beh certo, fossi in grado di porre domande serie non scriverei certo su un inutile sconosciuto blog, starei da un'altra parte. Le domande serie comunque una risposta già ce l'hanno e le trovo tutte terribilmente noiose, meglio quelle stupide. Non ci credete? E allora, tanto per dire (domanda seria): perchè il Bandana non molla tutto e leva il disturbo, magari andando a godersi quel che gli resta di tempo e denaro da un'altra parte del globo il più distante possibile preferibilmente? Ecco, avete visto che la risposta ve la siete già data e scommetto pure più di una! Oppure (altra domanda seria): perchè l'opposizione in Italia non riesce mai a vincere e a convincere? No, non cercate di bluffare, lo so che vi siete già dati una risposta e sì, è proprio per quello.
C'è anche, in questo mare di scontatezza, la madre di tutte le domande: come mai l'italiano non si ribella a una situazione che vista dal di fuori appare insostenibile, situazione fatta di disoccupazione record, corruzione record, clientelismo record, tutto ciò che è peggio record compresa una classe dirigente insulsa e ridicola sia a destra che a sinistra? Come mai non accade da noi ciò che sta accadendo in quasi tutto il mediterraneo, dalla Grecia alla Libia passando per Egitto e Tunisia? Lasciate perdere le faccende di dna italico e memoria storica millenaria a cui state pensando, forse anche quelle sono delle valide risposte ma voi lo sapete bene che son dette per mettersi a posto con la coscienza, datevi la risposta a cui avete pensato per un breve istante: che laggiù, nei posti dove si è preso il coraggio a quattro mani e ci si è ribellati, chi lo ha fatto non aveva più niente da perdere, e che qui da noi non si può proprio dire altrettanto. Se bisogna aggiungere "purtroppo" o "per fortuna" lo lascio a voi. Io me ne torno a cercare risposte alle domande stupide.

14 commenti:

Bruno dtdc ha detto...

Ciao Rouge, ti rispondo con una parola sicula secondo me efficace: "il futticumpagnu". Sarà il dna, boh? saranno anni di finto benessere costruito dai media che ci fanno innaffiare il nostro ridicolo (e sudato) orticello? sarà che quando t'accendi un mutuo portare le borse a chi hai sempre voluto morto è una soluzione...boh?
Il fottere l'amico, o il compagno o ciò in cui hai creduto per pararti il deretano è uno dei motivi perchè non ci può essere vera solidarietà, vera condivisione, vero progetto comune. Anzi, il progetto comune, il più delle volte, viene ideato e portato avanti in modo da potersi tirare, un domani, delicatamente indietro...perchè il futticumpagnu è arte delicata, in alcuni contesti. Perchè il postino suona mezza volta? Perchè ha un mare di raccomandate da dare e se aspettasse ogni persona sforerebbe con l'orario e non gli pagano gli extra, dato che non è Postino con la P ma uno dei tanti trentenni disperati e con due lauree che accettano di tutto. I barattoli di vetro alle sette sono un mistero. Non so spiegarmeli. I selezionatori faidatè ci sono stati e ci saranno sempre e cercano yes men, facilissamente individuabili, questi ultimi, come, d'altronde i no-men. Spesso l'incarico che danno a chi seleziona si riduce a questo. Scusa se sono stato lungo ;) A presto!!

Gap ha detto...

Il massimo che posso fare è dirti di dividere con me la lanterna. Forse ci facciamo le domande per essere sicuri di essere ancora vivi. (Che è una bella frase, non vuol dire una mazza ma rimane pur sempre una bella frase!)

Harmonica ha detto...

forse perché dobbiamo essere sommersi dalla merda, ma fino a soffocare, per reagire.

Rouge ha detto...

@ Bruno: "..saranno anni di finto benessere....".
Qui se ne potrebbe parlare. E se non fosse così finto? Se fosse finto solo per chi ricerca anche qualcosa d'altro? Se per la maggior parte di noi bastasse e avanzasse?
Le domande sono come le ciliegie, una tira l'altra.

Rouge ha detto...

@ Gap: La dividiamo da tre anni, mi pare :)

Rouge ha detto...

@ Harmonica: ...e per adesso c'è solo un gran fetore. Capito.

Bruno dtdc ha detto...

...non so più scrivere in italiano...finto perchè è materiale al contrario del grado di apertura mentale, di cultura, di libertà e altra roba intangibile di un popolo che non sta nel panierino Istat. Alla stragrande maggior parte di noi, interessa ciò che c'è dentro il panierino. Mi piace quello che ha scritto Harmonica. Quando non avremo più nulla nel paniere, forse, vorremo metterci anche qualcosa che non si compra al mercato o in concessionaria. Ciao!

Gap ha detto...

Ma non sarà il caso di cambiare lampada?

Rouge ha detto...

@ Gap: fa abbastanza luce. Credo.

Ernest ha detto...

perchè la maggiorparte degli italiani ha smesso di farsi domande!?!?!

Rouge ha detto...

@ Ernest: forse perché le risposte sono sbagliate :)

Baol ha detto...

Non so, qui da me non suonava due volte solo il postino ma anche il tizio che veniva chiamato per farmi le punture quando ero piccolo e capitava non stessi bene, ancora adesso quando sento suonare due volte mi viene l'ansia e la paura della puntura :-/

Rouge ha detto...

@ Baol: quando abitavo al sud il postino non suonava. Non poteva. Nessuno avevano il campanello! (E' tutto vero! Ma era un paese piccolissimo.)

Baol ha detto...

Noi l'abbiamo sempre avuto :)